SPAZIO AFRICANO

In Africa lo spazio ed il tempo sono associati. Il tempo non conta e dunque anche lo spazio non rappresenta un ostacolo. In Africa lo spazio coi fiumi, coi monti, con le foreste, con le savane è un elemento  naturale. Nello spazio africano vi sono i rami che fanno rumore, quando noi li tocchiamo; vi sono le foglie secche che frusciano, quando noi le calpestiamo e vi sono gli sconfinati prati di erba elefante che ondeggiano, quando noi li traversiamo. Invece, quando in quello spazio passa il nativo, i rami rimangono muti; le foglie non si muovono quando le sfiora il suo piede sapiente; e i prati di erba elefante non ondeggiano. L'Africano cammina nel suo spazio come gli uomini bianchi non sanno camminare; cammina nel vuoto; più leggero delle piume. In Africa, l'uomo bianco è quasi sempre in condizioni di inferiorità.